Ottenere un rimborso dai gestori telefonici è un miraggio? Non proprio: ecco quando è possibile

Spesso troviamo addebiti errati o fatture ingiustificate da parte di una compagnia telefonica e purtroppo è sempre più frequente un atteggiamento eticamente scorretto da parte degli operatori telefonici, che oscurano determinate operazioni effettuate e di certo non aiutano a risolvere il problema facilmente. Bisogna prima di tutto non demordere e soprattutto non farsi scoraggiare dalle tempistiche e le mancate risposte, ma affidarsi a consulenti esperti e procedere con un reclamo per il rimborso.

Per cosa si richiede un rimborso?

Le motivazioni per richiedere un rimborso ad una compagnia telefonica possono essere molteplici, i principali sono per:

  • Attivazione di servizi non richiesti
  • Attivazione di Sim o linee non richieste
  • Attivazione di abbonamenti non richiesti
  • Penali non dovute (ad esempio le penali di disattivazione o costi di recesso)
  • Disservizi durante il passaggio da una compagnia telefonica ad una altra
  • Disservizi sulla linea internet
  • L’importo della bolletta stabilito contrattualmente con l’operatore telefonico non corrisponde alla fattura ricevuta.
  • A seguito di una disdetta della linea telefonica continuano ad arrivare le fatture

Tutti i motivi sopra citati, e in generale qualunque disservizio da parte della compagnia telefonica può essere contestato dall’utente che può richiedere eventuale annullamento e rimborso di quanto dovuto.

Rimborso facile con un agente di telefonia al vostro fianco

Ottenere il rimborso non è impossibile ma sicuramente è necessario affidarsi a dei consulenti e agenti di telefonia esperti, che sanno alla perfezione quali sono i meccanismi utilizzati dagli operatori telefonici e conoscono tutte le delibere in materia, compreso l’iter più veloce ed efficace da utilizzare. Uno dei primi consigli è sicuramente quello di prestare moltissima attenzione alle varie chiamate ricevute dalle compagnie telefoniche, molte delle quali stipulano contratti a distanza con la sola registrazione vocale, quindi attenti alle risposte! In secondo luogo fate attenzione ai link di alcuni siti che attivano abbonamenti con un semplice click e controllate sempre le voci riportate nelle fatture. Ovviamente più documenti e prove possedete, più facile sarà dimostrare la vostra contestazione e quindi ottenere un rimborso. La maggior parte dei rimborsi richiede di avviare delle pratiche di contestazione per lo più telematiche, che prevedono dopo l’invio del modulo di richiesta, l’accettazione o meno della pratica da parte del Co.Re.Com e il conseguente tentativo di conciliazione delle parti. In questa fase l’utente dimostrerà le sue ragioni e richiederà il rimborso dovuto, sperando che la compagnia accetti la richiesta senza ulteriori polemiche. Prima ancora della fase di conciliazione, vi è inoltre un momento in cui le parti possono da sole scendere a compromessi per una conciliazione, che se avvenuta verrà messa a verbale. L’importanza di farsi seguire da un consulente specializzato è fondamentale sia perché la procedura richiede tempo, pazienza e conoscenza di tutte le normative in vigore, sia perché un agente di telefonia è a conoscenza di tutte le metodologie adottate dalle compagnie telefoniche per avere la meglio, e quindi a monte sa come procedere per far valere i vostri diritti e risolvere il problema con facilità. Sono Alain Listanti e opero come agente di telefonia specializzato nelle aziende da 10 anni; grazie alla mia esperienza ho creato Better Call Alain, con cui mi occupo a tempo pieno di risolvere tutte le controversie dei miei clienti con le varie compagnie telefoniche per qualunque tipo di problema. Affidandovi a me potrete stare tranquilli di ottenere il vostro rimborso e chiudere velocemente pratiche lunghe e complesse. Per informazioni o per un preventivo senza impegno chiamatemi al numero 333.9608628 o inviando un’email all’indirizzo bettercallalain@gmail.com