Quando è possibile ottenere l’annullamento di un contratto telefonico

Da un’analisi dei casi riguardanti i disservizi di telefonia sono emerse alcune problematiche ricorrenti, prima fra tutte l’attivazione di contratti telefonici non richiesti di cui si scopre l’esistenza solo al momento di dover pagare la bolletta. La cattiva notizia è che succede più spesso di quanto possiate immaginare, e spesso senza accorgercene siamo noi a rilasciare il consenso perché raggirati da telefonate, proposte o siti irrispettosi delle normative sul consenso; la buona notizia è che per fortuna una volta scoperta la truffa, è possibile richiedere un rimborso e annullare il contratto.

 Il silenzio non è considerato assenso di un contratto

Il punto fondamentale a nostro favore è che, in caso di contratto telefonico non richiesto, la legge esonera il consumatore dall’obbligo di pagare, soprattutto nel caso in cui non vi è stato alcun tipo di consenso esplicito. Le compagnie spesso però giocano sulla confusione e sulla poca attenzione che si presta alle voci riportate in fattura, visto anche il numero di bollette e spese mensili cui siamo sottoposti. La prima cosa da fare, una volta scoperto di essere sotto contratto a più compagnie, è quella di contattare subito il servizio clienti della linea telefonica per chiedere informazioni e pretendere l’annullamento. Qualora, come spesso accade, fosse impossibile risolvere telefonicamente l’accaduto, sarà necessario contestare ad entrambe le compagnie (sia la vecchia che la nuova se il problema fosse relativo ad un cambio di compagnia telefonica) in modo formale, inviando una raccomandata di diffida con la quale si afferma di non aver mai richiesto tale servizio e di non aver mai rilasciato nessun tipo di consenso.

Conciliazione o udienza. I vari step dell’annullamento

Nel caso di attivazione indebita dunque di un contratto telefonico, e qualora la raccomandata di diffida non fosse stata risolutiva, ci si dovrà rivolgere necessariamente al CORECOM (Comitati Regionali per le Comunicazioni) della propria regione richiedendo un incontro di conciliazione e la richiesta d’intervento d’urgenza. Ricordiamo infatti che per legge l’utente deve prima provare la strada della conciliazione, solo se la compagnia telefonica continua a negare l’accaduto si può passare a richiedere l’intervento dell’Autorità Giudiziaria. Anche nel caso in cui ci si accorga dell’inconveniente dopo un po’, è bene sapere che la mancata contestazione del contratto attivato non comporta l’accettazione del servizio stesso, in quanto la legge non prevede e accetta il meccanismo del silenzio-assenso, quindi l’utente non dovrà far altro che contestare mentre la compagnia è tenuta a “dimostrare” la documentazione del relativo contratto. Il problema principale è che un contratto telefonico fatto tramite registrazione è valido a tutti gli effetti, per questo bisogna stare attenti a queste telefonate e a cosa si risponde, e proprio per questo la legge ha imposto una normativa ben precisa in materia di trasparenza e informazione: la compagnia telefonica deve per legge informare di quello che sta proponendo, di cosa sta domandando, che sta registrando la conversazione e molti altri aspetti ben precisi. In assenza di questa trasparenza parliamo di truffa, e in quanto tale prevede l’intervento dell’Autorità Giudiziaria che, in assenza di conciliazione, fisserà un’udienza con la presenza dei rispettivi legali. Farsi seguire da un consulente fin dall’inizio della controversia, vi farà guadagnare tempo e potrebbe evitarvi un’udienza o di trascinare la questione per molto tempo; è necessario infatti essere preparati in materia ed essere a conoscenza dei passaggi giusti da effettuare per ottenere subito l’annullamento. È proprio questo il servizio offerto da Better Call Alain, ovvero prendere in carico il vostro problema e risolverlo in modo veloce ed efficace, garantendovi un risultato certo in tempi brevi. Sono Alain Listanti, consulente e agente di telefonia da 10 anni e mi occupo di gestire ogni tipo di problematica con le diverse compagnie telefoniche. Forte della mia esperienza nel settore, sono certo di potervi aiutare a far valere i vostri diritti dimezzando le tempistiche e togliendovi da un procedimento a volte molto lungo e pesante. Per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo senza impegno, non esitate a contattarmi al numero 333.9608628 o inviandomi un’email all’indirizzo bettercallalain@gmail.com